Hartaku.com Software Books > Italian 1 > Botteghe e artigiani. Marmorari, bronzisti, ceramisti e by Giorgio Bejor et al. PDF

Botteghe e artigiani. Marmorari, bronzisti, ceramisti e by Giorgio Bejor et al. PDF

By Giorgio Bejor et al.

Show description

Read Online or Download Botteghe e artigiani. Marmorari, bronzisti, ceramisti e vetrai nell’antichità classica PDF

Similar italian_1 books

Additional info for Botteghe e artigiani. Marmorari, bronzisti, ceramisti e vetrai nell’antichità classica

Example text

Ad abitazione dello scultore. Infatti alla fine del Settecento, nella zona dell’atrio, furono rinvenuti una sega senza denti ancora infissa in una lastra marmorea, una serie di statuette e ancora una trentina di martelli, compassi dritti o ricurvi, scalpelli di varia misura, mazzuoli, seghe, alcuni pali di ferro per muovere i blocchi e altri attrezzi ancora di ferro, vale a dire tutto lo strumentario usato nell’officina di un marmorario. Una situazione diversa è stata invece individuata nella Casa di N.

Il cosiddetto Pittore di Berlino, in una oinochoe a figure rosse, adesso a Berlino, aveva rappresentato la stessa Atena come Atena Ergane, cioè operaia, con il consueto elmo corinzio, ma vestita con chitone e mantello annodato in vita come un’artigiana; modellava un cavallo, esso stesso una statua d’argilla da sottoporre poi alla cottura, o forse un modello (Fig. 2). Fig. 2 Oinochoe a figure rosse con Atena Ergane. Berlino, Staatliche Antikensammlung. Plinio e la nascita della scultura La Storia Naturale di Plinio il Vecchio, trattando negli ultimi libri dell’utilizzazione dei minerali per la creazione delle opere d’arte, distingue chiaramente la scultura in pietra o in marmo da quelle in bronzo; così alla prima è dedicato il XXXVI libro, alla seconda il XXXIV.

Marmo brecciato (breccia calcarea che ha subito un leggero metamorfismo) con fondo scuro, in genere nero, e clasti di varie dimensioni, di colore biancastro con sfumature rosate, o rosso, o anche nero e grigio. Usato per ornamentazioni, colonne, anche busti di ritratti. A Roma fu introdotto da Lucullo, per cui fu chiamato anche marmo luculleo. Marmo iassense o marmo cario o marmo cipollino rosso (Tav. 6), estratto presso Iaso, sulla costa della Caria, ha grana fine e compatta, con fondo rosso cupo ed esiste in differenti varietà.

Download PDF sample

Botteghe e artigiani. Marmorari, bronzisti, ceramisti e vetrai nell’antichità classica by Giorgio Bejor et al.


by James
4.0

Rated 4.17 of 5 – based on 37 votes